Tiscali + Aastra: VoIP + centralino

Abbiamo da poco siglato un importante accordo che somma la competenza sugli apparati di telefonia ‘onsite’ di Aastra con le nostre soluzioni di telefonia basate su protocollo voce su IP che consentono il distacco da Telecom Italia e chiamate gratuite verso i fissi o comunque a tariffe molto convenienti.

In sintesi, sarà possibile, per i clienti di Aastra, anche di fonia tradizionale, utilizzare le nostre soluzioni OfficeOne Special, mentre i nostri clienti potranno contare sulla competenza e l’esperienza “sul campo” di una tra le aziende leader per quota di mercato nel settore dei PBX e degli apparati telefonici, il tutto con un servizio “chiavi in mano”, inclusivo di connettività,  centralino e telefoni in modalità flat, con un impegno finanziario diluito nel tempo e con spesa più sotto controllo.

Ne hanno parlato, tra gli altri, PMI.it e BusinessOnLine; qui trovi la descrizione dettagliata OfficeOne Special

Ovviamente, i commenti sono a tua disposizione per farci sapere la tua opinione o la tua esperienza.

Ricerca Bocconi sul VoIP: fase 2

Sono stati presentati a Giugno i dati relativi alla seconda fase dello studio sullo stato di adozione del VoIP in Italia elaborato dall’Università Bocconi - Dipartimento di Management , Istituto di Organizzazione e Sistemi Informativi.

La raccolta dati è avvenuta mediante la somministrazione di un questionario online, nel periodo ottobre 2007  - febbraio 2008, coinvolgendo quattro grandi imprese (con più di 500 addetti) appartenenti ai settori finanza, utilities e retail che avevano in corso progetti di dozione di sistemi VoIP. In particolare, la ricerca ha coinvolto 6.630 utenti delle  imprese partecipanti. Un summary è disponibile in formato PDF a questo link

Tra le risultanze, particolarmente interessanti le informazioni circa frequenza e intensità dell’utililzzo del VoIP nelle aziende esaminate.  Per quanto concerne la frequenza il 91% degli utenti usa il sistema VoIP ripetutamente durante la giornata lavorativa, ossia da “alcune volte a molte volte al giorno”.
Relativamente alla seconda dimensione (intensità),  il 4% degli utenti non usa il sistema “quasi mai”, l’8,8% “meno di mezz’ora” al giorno, il 14,3% “da mezz’ora ad un’ora” al giorno, il 20,8% “tra un’ora e due ore”, il 15,2% “tra due ore e tre ore”, infine il 38,4% utilizza il sistema VoIP per “più di tre ore al giorno”. Pertanto, il 74% degli utenti utilizza il VoIP per più di un’ora al giorno.

A settembre, VOIP protagonista a Pescara

Il prossimo 26 settembre si terrà a Pescara l’evento VOIP PER TUTTO E PER TUTTI e come Tiscali Business saremo presenti alla tavola rotonda all’interno del convegno, in cui si discuterà degli impatti (nuove funzionalità e risparmi economici) della tecnologia vocale basata su Internet sulle piccole e medie aziende. Il dibattito sarà preceduto da alcuni interventi di tipo divulgativo/formativo e da dimostrazioni dal vivo.

Il convegno è gratuito, per maggiori informazioni e per iscriversi è sufficiente visitare il sito.

Ci interessa inoltre sapere la tua opinione, se vuoi rispondi al sondaggio.

Risorse dedicate alla sicurezza IT in tiscali.it

La sicurezza delle reti aziendali e dei PC è un fattore importante, soprattutto per le piccole aziende e per i professionisti, che non dispongono in genere di persone totalmente dedicate a questo compito.

Sul portale di Tiscali, nell’area Sicurezza, si trovano alcune risorse interessanti:

OfficeOne Special, il VoIP per i centralini

La nostra linea di servizi convergenti (voce tramite VoIP più accesso a Internet) non copriva, almeno con prodotti “standard”, le esigenze delle piccole e medie aziende con centralino (sia esistente che da installare ex-novo): pochi giorni fa abbiamo rilasciato, dopo un periodo di test privati, OfficeOne Special che ha l’ambizione di eliminare questa mancanza.

Le caratteristiche principali sono:

  • connettività ADSL 2+ o SHDSL (al momento il servizio è infatti sottoscrivibile solo su rete diretta Tiscali)
  • fino a 8 linee telefoniche contemporanee
  • distacco completo da Telecom Italia
  • conservazione dei numeri preesistenti

Il servizio viene attivato inserendo un Integrated Access Device (IAD), incluso nel canone del servizio, tra il centralino telefonico (di tipo tradizionale oppure VoIP), la LAN interna e la connessione xDSL/rete IP Tiscali, come nello schema sotto:

OfficeOne Special schema

Per fornire il servizio collaboriamo con alcune aziende e installatori locali. Il costo parte da 84,50 euro al mese per 4 linee voce su ADSL (chiamate, centralino e telefoni esclusi).

Il servizio non è al momento attivabile online, ma è possibile ricevere una proposta personalizzata consultando il nostro configuratore.

Cambiare provider ADSL e voce oggi è più facile, con il “Codice Migrazione”

Con l’entrata in vigore della Delibera 274/07/CONS dell’Authority TLC, è ora possibile (e facile!) passare da un operatore telefonico alternativo a Telecom Italia a un altro.

In pratica, potrai passare da Fastweb o Wind o un altro provider ADSL/Voce direttamente a Tiscali (o viceversa, ma noi, ovviamente, preferiamo il primo caso :-) ) senza correre il rischio di rimanere senza connettività, conservando il numero di telefono nel caso il tuo servizio attuale lo comprenda, e senza dover inviare disdetta all’attuale operatore.

Come potrai vedere sulle nostre pagine di prodotto, prima di iniziare la sottoscrizione dovrai rispondere ad alcune facili domande che ci aiuteranno a identificare con esattezza la copertura e i dati necessari e a escludere le”combinazioni” prodotti/operatori dalle quali non è possibile passare ai nostri servizi (vedi screenshot).

Per una gestione ottimale della pratica, è necessario però avere a portata di mano il “Codice di Migrazione” (si tratta di un codice alfanumerico univoco - una specie di “targa automobilistica del tuo servizio” - fornito su richiesta dal provider), e inserirlo nel primo passo della procedura di sottoscrizione del servizio (vedi screenshot).

In ogni caso, se ancora non disponi del Codice di Migrazione puoi comunque portare a termine la tua registrazione: ti ricontatteremo noi dopo e potrai comunicarci il Codice che avrai nel frattempo richiesto direttamente al tuo attuale fornitore, chiamando il Servizio Clienti appropriato (per esempio, Libero/Infostrada 155, Fastweb 192192, Tele2 848991022).

In caso tu non disponessi ancora del codice al momento della nostra chiamata, dovrai comunicarcelo nel più breve tempo possibile (altrimenti non possiamo garantirti la continuità del servizio!) chiamando il servizio Clienti Business all’192.130.

Il codice migrazione non serve invece per passare da Telecom Italia (o Alice) a Tiscali: in questo caso basta completare la sottoscrizione online.

Alcuni contenuti del portale Tiscali utili alle aziende (prima parte)

Il portale tiscali.it è in gran parte dedicato alle esigenze dei navigatori residenziali, tuttavia esistono alcune aree informative che possono essere interessanti anche per chi si collega dall’ufficio o per cercare informazioni professionali. Vediamo quali sono:

(continua)

E’ online una nuova versione dell’S-HDSL di Tiscali Business

E’ online da oggi una nuova versione dell’SHDSL di Tiscali Business, dedicata alle aziende più piccole - ma con necessità di banda simmetrica e affidabile - a un canone mensile molto conveniente: solo 99 Euro al mese per la versione senza hardware.

La banda garantita (minima) è di 512 Kbps, mentre la banda di picco è, come sempre, a 2 Megabit simmetrici.

Trovate i dettagli qui.

5 domande sull’assistenza tecnica di Tiscali Business

Abbiamo rivolto alcune domande a Jean-Jacques Munsch, responsabile dell’ assistenza clienti business di Tiscali, per conoscere meglio le ultime novità introdotte in questo fondamentale servizio.

D: Cosa rappresenta per Tiscali l’introduzione di un numero unico (192.130) dedicato alle aziende e alle Partite IVA?
R: É un passo fondamentale per fornire al cliente un numero unico di riferimento (razionalizzazione dei numeri), oggi per il supporto tecnico, a settembre per qualsiasi tipo di richiesta. Allo stesso tempo abbiamo introdotto o rafforzato altri canali di comunicazione: chat – fax – email/form che rappresentano un ulteriore passo verso la multicanalità.

D: Quali sono i vantaggi per il cliente?
R Il cliente non deve più “mantenere” una complessa matrice di numeri,  indirizzi email, etc. Sceglie invece il suo canale preferito, e può effettuare qualsiasi tipo di richiesta con un unico punto di riferimento.

D: Quali sono i prossimi passi in questo progetto?
R: Dal 1° Settembre verrano aggiunti servizi di vendita, commerciali e servizi relativi alla fatturazione.

D: Tempo fa è iniziata la sperimentazione del supporto in chat, piuttosto inconsueto per il mercato italiano. Come è stata utilizzata e qual è il primo bilancio?
R: Il canale chat per Assistenza tecnica esiste oggi in modalità sperimentale,e genera circa 60 contatti a settimana. Il feedback, sia dagli operatori di supporto che dai clienti, è molto positivo.

D: Anche l’area clienti online è stata ‘riprogettata’: qual è stata la logica sottostante? Come risulta ora la navigazione?
R: Siamo passati da un ottica prevalentemente di prodotto ad un ottica focalizzata sul cliente, dove consideriamo come il cliente che viene a visitare l’area ha già in mente il tipo di richiesta che deve fare: commerciale, tecnica o fatturazione. Sono stati quindi razionalizzati e raggrupati i vari link e moduli presenti in precedenza. Quindi semplificazione e punto di vista del cliente sono stati in sostanza i criteri che hanno guidato questa evoluzione del portale.

Il consulente “online” per xDSL e Voce

Con il recente lancio di Office One Basic (che consente di staccare il canone su due o tre linee, o di attivare due o tre linee su doppino solo dati) l’offerta di Tiscali Business è diventata leggermente più complessa: sul nostro sito però abbiamo creato un tool (il Configuratore online) che con poche semplici domande è in grado di far “atterrare” il visitatore sul prodotto che più si addice alle sue esigenze.

Se non l’avete mai provato, cliccate qui e lasciateci un feedback.