L’Unione Europea lancia l’allarme per gli indirizzi IP: Tiscali è già pronta.

Da Bruxelles la Commissione UE lancia l’allarme per la crescente domanda di servizi online, che potrebbe mettere in crisi l’ offerta di indirizzi IP. In sostanza il protocollo internet IPv4, utilizzato dal 1984, permette l’utilizzo di circa 4,3 miliardi di indirizzi, di cui ormai sono disponibili per nuovi collegamenti solo il 16%.

La commissione spinge per l’adozione del protocollo più avanzato, IPv6, che consentirà di disporre di un numero quasi illimitato di indirizzi IP, favorendo l’adizione di applicazioni internet innovative, ed ha stabilito che entro il 2010 il 25% delle imprese, delle amministrazioni pubbliche e delle famiglie possano utilizzare l’IPv6 “senza costi aggiuntivi”.

Tiscali, attraverso il proprio servizio IP-Flow, supporta dal 2001 il protocollo IPv6 in modo nativo, ed è quindi già pronta a offrire alla propria clientela di carrier, ISP e fornitori di contenuti tutti i vantaggi e le potenzialità offerte da un protocollo avanzato. La rete globale di Tiscali International Network è al momento la più estesa su IPv6.

Risorse e link.

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche della rete di Tiscali

Il documento UE sul futuro di internet (PDF)

2 Responses to “L’Unione Europea lancia l’allarme per gli indirizzi IP: Tiscali è già pronta.”

  1. Quando e in che modo questa tecnologia comincera` ad essere disponibile ai vostri utenti retail?
    Da parte mia sarei piu` che contento di entrare in qualche programma di sperimentazione…

  2. Non abbiamo ancora previsioni su questo. Ci segnamo la tua mail nel caso :), grazie.

Leave a Reply